CHI SONO

LA MIA INFANZIA FELICE SULLE COLLINE

Mi chiamo Giulia, nata a Soave (VR) nel 1988.  Sono cresciuta nel mio bel paesello ai piedi delle colline venete.

Chi di voi conosce Brognoligo? Ecco, praticamente nessuno sa dove sia e fa fatica anche solo a pronunciarlo. Si tratta di una frazione di Monteforte d’Alpone che conta circa 1200 anime, totalmente immersa nel verde dei vigneti.

Qui ho trascorso un’infanzia a dir poco felice, tra corse a piedi nudi e giochi spensierati nei prati. Se pensate ad Heidi in versione contadina, anziché pastorella, forse riuscite anche a immaginare quanti guai ho combinato!

Tra i ricordi più belli, conservo gelosamente quelli passati a vendemmiare con i nonni e con tutta la famiglia al completo. Ho così sviluppato un legame profondo con la mia terra e con tutto quello che rappresenta una vita all’aria aperta, scandita dai ritmi della natura.

Fin da bambina, ho inoltre cominciato a viaggiare con la mia famiglia.
Ogni vacanza rappresentava l’occasione per caricare me e mia sorella sul camper e partire alla volta di qualche regione italiana o paese europeo.

Spesso stavamo lontani da casa anche un mese e riuscivamo così a scoprire e assaporare angoli nascosti di ogni terra visitata.

Non posso purtroppo rammentare ogni singolo dettaglio di tutti questi viaggi. Eppure custodisco ancora tantissimi bei ricordi e posso dire con certezza che tutte quelle esperienze hanno contribuito a rendermi quello che sono oggi: una cittadina del mondo, che si sente a casa ovunque si trovi.

Dingli Cliffs (Malta)

COSA RAPPRESENTA PER ME IL VIAGGIO

Credo fortemente che il viaggio rappresenti la miglior scuola di vita che si possa sperimentare. Se non avessi avuto la fortuna di iniziare a viaggiare così presto con la mia famiglia, dubito che avrei sviluppato la stessa apertura mentale e lo stesso spirito di adattamento che mi aiutano oggi ad affrontare qualsiasi cosa.

Ovunque mi porti, il viaggio rappresenta per me un qualcosa di sacroUn momento nel quale tutta la linfa vitale scorre nelle mie vene, i miei sensi sono svegli e colgono quanto mi circonda con il senso di meraviglia di una bambina.

VIAGGIARE È AIUTARE SE STESSI E GLI ALTRI

Viaggio dopo viaggio, si è rafforzata sempre più in me una convinzione: ogni esperienza vissuta al di fuori della nostra comfort zone può cambiare radicalmente e positivamente il modo in cui viviamo poi vita di tutti i giorni.

Se affrontato in modo responsabile, il viaggio può inoltre renderci persone migliori, in grado di agire consapevolmente e di proteggere la natura, le risorse e le popolazioni più svantaggiate.

Val di Pejo
Val di Pejo (Italy)

NON SOLO TURISMO, MA VITA SOSTENIBILE A 360°!

Ho scelto di specializzarmi in turismo sostenibile e di aprire questo blog perché spero vivamente di poter dare il mio contributo allo sviluppo di una maggiore coscienza, conoscenza e consapevolezza in quanti più viaggiatori possibili.

Limitare la sostenibilità soltanto al momento del viaggio non avrebbe tuttavia senso. Per questo ritengo sia fondamentale adottare un atteggiamento responsabile anche nella vita di tutti i giorni.

Sarà quindi mio piacere condividere preziosi consigli anche per una quotidianità green, dando di volta in volta informazioni utili per una vita più attenta e rispettosa dell’ambiente che ci circonda.

GRAZIE PER ESSERE QUI!

Ti ringrazio fin da subito per essere approdato/a più o meno casualmente sul mio blog di turismo sostenibile e mi auguro tu voglia continuare a viaggiare con me.
Ti assicuro che ne vedrai delle belle! 🙂

Sunset on the cliffs (Malta)